Cerca
  • TILER

LA NOSTRA NUOVA FACCIA

Così infine la paura ci aveva portato ad accettare la vita che gli altri avevano creato per noi. Con il tempo la comunicazione verbale, il normale scambio di parole per strada era venuto meno, non avevamo smesso di parlare ma lo facevamo in maniera diversa, ben nascosti dietro a degli schermi. La paura dell'aria ci aveva portato ad allontanarci una volta per tutte, non puoi combattere ciò che non vedi e non puoi negare la pericolosità di ciò che non comprendi. Ci fidammo di loro e i nostri volti sparirono per sempre, celati dalle nostre nuove facce di gomma. Con gli anni anche i vestiti smisero di avere un senso, indossammo "l'unico vestito", una mantella pantalone che cancello di colpo tutti i canoni estetici costruiti dalla moda e dal mercato del lusso. Eravamo diventati tutti uguali, tutti eravamo nessuno. Le nostre case erano diventate l'intero nostro mondo, si usciva per le cose essenziali, poteva farlo solo chi aveva il permesso e a determinati orari ma per il resto la vita correva via lenta all'interno delle nostre 4 mura. Non mancava nulla, ma le nuove esigenze crearono un nuovo modo di vedere l'utilità delle stanze. Palestra, ufficio, sala giochi, giardino indoor per i più fortunati.... ovviamente camera da letto e bagno. No, non mi sono scordato la cucina, le cucine non esistevano più... non potendo uscire liberamente si era arrivati al punto che fare la spesa e in fine cucinare diventarono operazioni inutili e potenzialmente dannose. Il cibo si riceveva a casa, cucinato e portato da persone scelte, addestrate, scrupolose, responsabili. La famiglia resisteva ma non nella forma che conoscete oggi, era diventata una versione allargata. A causa dello stress, la riproduzione divenne cosa difficile e rara, così si è pensato di avere più possibilità unendo più persone nel tentativo di dare continuità alla specie. solitamente la nuova famiglia era formata da 6 individui misti, maschi e femmine di diverse età.

Quello che vi sto raccontando oggi è un nuovo possibile futuro, ogni evento ne crea uno. Negli anni ve ne ho raccontati alcuni, quasi sempre quello che vedo è spaventoso ma non è detto che debba finire così... Ricordatevi che la scelta è vostra, non accettate tutto quello che vi viene ordinato per paura e ignoranza, giocate a questo gioco fino a che il gioco non diventerà soffocante. Pretendete sempre la giusta istruzione, lottate per il sapere, perché chi ignora non saprà riconoscere la differenza tra le sbarre di una galera e le barriere di chi ci protegge.


4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

IL SOLO